Frostpunk | 11 bit studios - Recensione

The Raven Remastered | King Art - Recensione

The Raven Remastered riporta in HD un mistero in tre atti nato con Legacy of a Master Thief, l’operazione sarà riuscita?




The Raven Remastered è un’avventura grafica punta e clicca in 3D — ambientata nel 1964 — che possiamo associare al genere thriller.
Ci sono tanti motivi per cui vengono fatte le rimasterizzazioni: far conoscere un vecchio capolavoro ai più giovani (Planescape Torment Enhanced Edition), arricchire il debole catalogo iniziale di una nuova piattaforma console (God of War 3 Remastered), o sfruttare un diverso momento storico per provare a dare una seconda chance a un videogame. Ed è a quest’ultimo contesto che punta il videogame recensito oggi. Sicché gli sviluppatori del team KING Art — già autori di The Book of Unwritten Tales — ci permettono di mettere le mani sull'opera completa, che nel 2013 venne pubblicata in tre atti.



Il prologo parte col furto di un inestimabile gioiello egizio, avvenuto presso il British Museum. Si tratta certamente di un colpo grosso, ma gli addetti ai lavori sembrano essere più preoccupati del dovuto, a causa del ritrovamento di una piuma nera. Quest’ultima ricorda — senza ombra di dubbio — la firma di un famoso ladro (fino ad allora) creduto morto. Il leggendario Corvo è tornato o la rapina è opera di un emulo?
Ad ogni modo, alla fine della intro ci ritroviamo sull'Orient Express Parigi-Istanbul. Su tale treno faremo la conoscenza di vari personaggi, tra cui menziono: un violinista, una scrittrice (Lady Clarissa Westmacott), un archeologo, un medico, un’aristocratica donna, un ispettore (Nicolas Legrand) nonché storico rivale del Corvo, e un agente della Polizia Svizzera. Noi giocatori interpretiamo (per la maggior parte del tempo) proprio quest’ultimo, tale Anton Jakob Zellner. Costui — nonostante l’età avanzata — mostra ancora una brillante mente intuitiva; tra l’altro assomiglia molto all’Hercule Poirot di Agatha Christie.
Sul treno sembrerebbe essere stata caricata un’esca diretta al Museo del Cairo. Il resto ve lo lascio scoprire.

The Raven Remastered | King Art - Recensione

Più personaggi da manovrare, diversi punti di vista da valutare

Il videogioco — pubblicato da THQ Nordic — porta in auge un approccio classico e dal ritmo compassato, che negli anni è stato un pò snobbato. Difatti a parte la presenza di qualche mosca bianca, vedi l’ottimo Thimbleweed Park, gran parte dell'industria preferisce realizzare per lo più opere dalle meccaniche più action (Life is Strange).
The Raven Remastered è invece un’avventura punta e clicca vera con tanto di inventario, dove occorre persino combinare i vari oggetti raccattati sullo scenario. Ciò nonostante, gli enigmi non sono né troppo complessi né astrusi.
La maggior parte delle operazioni, da eseguire, riguardano: l’espletazione dei dialoghi, la risoluzione dei minigiochi (come l’allineamento di simboli e/o di numeri), il recupero di informazioni e di item. Per richiamare il riassunto delle scoperte si può far affidamento a un comodo taccuino, che opzionalmente dà pure acceso a preziosi aiuti a chi si dovesse bloccare in un dato punto della trama. Nell'era di YouTube la trovo un’idea sensata, del resto ormai i walkthrough compaiono a volte anche in contemporanea con la pubblicazione dei giochi. Tuttavia vi consiglio di non approfittare troppo degli aiutini, altrimenti rischierete di indebolire l’esperienza di gioco, rendendola troppo lineare.
Oltre a fare dei passi in avanti nella narrazione principale, dovremo pure aiutare alcuni NPC nei loro piccoli dammi e nelle loro faccende. All'atto pratico si tratta di risolvere dei puzzle ambientali che in realtà sono collegati — anche solo indirettamente — alle vicende di Corvo. Ad esempio quando ci viene chiesto di ritrovare degli oggetti perduti, in qualche modo finiamo anche con l'investigare sulla figura del famoso ladro.

The Raven Remastered | LucullusGames

Tecnicamente si poteva fare qualcosina in più

Il taglio artistico richiama quello di un cartone animato realizzato in CGI; le location (un treno che sfreccia sui Pirenei, una crociera a bordo della MS Lydia, e le sale del museo egizio) sono spesso ben allestite.
Tecnicamente non siamo dinanzi a un’operazione di restyling molto profonda: sono presenti piccoli glitch grafici, c’è dell’asincronia nel labiale, le animazioni del corpo sono un pò legnose mentre quelle del viso sono poco espressive.
Ad ogni modo l’interfaccia è chiara, mentre la risoluzione è stata elevata per supportare il full-hd.
I motivetti orchestrali sono piacevoli da ascoltare, inoltre si sposano bene con gli eventi inscenati a schermo.

Titolo: The Raven Remastered
Genere: Avventura grafica punta e clicca in 3D
Sviluppatore: KING Art
Editore: THQ Nordic
Data di rilascio su pc: 13 marzo 2018
Prezzo di lancio su steam: 19,99 euro

Commento finale

The Raven Remastered ci ripropone — a distanza di 5 anni — un thriller molto interessante, che già all'epoca avrebbe meritato un maggior riscontro di pubblico. L’opera mi è piaciuta anche perché è caratterizzata da un approccio tradizionale, che non vanta più molti esponenti nel mercato odierno.
L’atmosfera è buona e l’alone di mistero tiene sempre vivo l’interesse. Tuttavia devo anche evidenziare che dall'operazione di restauro mi sarei aspettato uno sforzo più profondo.
In definitiva, consiglio il gioco a tutti quelli a cui piacciono i gialli, e che non si fanno spaventare né dalle tante linee di testo da leggere né dal ritmo più lento rispetto alle avventure grafiche di stampo moderno.

Pro:
  • Atmosfera thriller
  • Plot e caratterizzazione dei personaggi
  • Inventario e oggetti da combinare 

Contro: 
  • Animazioni sottotono
  • Piccoli glitch grafici

Voto 7,5


REQUISITI DI SISTEMA

MINIMI:
Sistema operativo: Windows 7, 8, 8.1, 10 / OS X 10.11 El Capitan / Ubuntu 12.04
Processore: Q9650 / AMD Phenom II X4 940
Memoria: 6 GB di RAM
Scheda video: GTX660 / Radeon 7870 / 2GB
DirectX: Versione 11
Memoria: 25 GB di spazio disponibile
Note aggiuntive: Requires a 64-bit processor and operating system

CONSIGLIATI:
Sistema operativo: Windows 7, 8, 8.1, 10
Processore: Intel Core i7 3770 3,9 Ghz / AMD FX-8350 4 GHz
Memoria: 8 GB di RAM
Scheda video: GTX770 / R9 290 / 4GB
DirectX: Versione 11
Memoria: 25 GB di spazio disponibile
Note aggiuntive: Requires a 64-bit processor and operating system

Fonte immagini: Google